Seguici su Facebook
10 anni fa..si scriveva...

La suggestiva calata dei Magi "chicca" del Presepe Vivente

FAGGIANO - Dopo il successo dei primi cinque appuntamenti (il solo giorno 26 dicembre sono state registrate più di 6 mila presenze) e delle passate edizioni, si prevede un'affluenza record nell'ultima data utile per visitare il presepe vivente di Faggiano, il 6 gennaio, giorno dell'Epifania.
Come ogni anno l'iniziativa, organizzata dall' "Associazione per le tradizioni popolari" del paese, col patrocinio del locale Comune e della Provincia di Taranto, si concluderà con la suggestiva calata dei Magi che, partendo a cavallo dalla vicina frazione di S. Crispieri, proseguiranno in direzione della piazza di Faggiano. Ad attenderli una nutrita folla di cittadini, turisti e fedeli. Da qui continueranno il loro cammino verso la zona rupestre in contrada "Campana", terreno in cui, con sapiente ed amorosa cura, i membri dell'associazione organizzatrice hanno ricreato l'ambientazione della natività. Giunti nell'area del presepe, lasceranno i loro cavalli per dirigersi verso il tempio di Erode, dove i sommi sacerdoti indicheranno loro il percorso per raggiungere la grotta del Bambinello. Una luminosa stella cometa è il segno della meta raggiunta. Recatogli in dono oro, incenso e mirra, si fermeranno qui per adorare Gesù in religioso silenzio. Quest'anno a vestire i panni dei re orientali, Giovanni Ancora, Massimo Zaccaria e Andrea Angolano.
Il presidente dell' "Associazione per le tradizioni popolari", Giuseppe Tavolaro, e il direttivo, composto da Cosimo Airò, vicepresidente, Giuseppe Castellano, segretario, Giuseppe Tavolaro, cassiere, invitano, chi non lo avesse ancora fatto, a visitare il presepe vivente di Faggiano che ha ormai raggiunto una sua notorietà grazie non solo al suggestivo paesaggio in cui si svolge la rappresentazione, dominato da imponenti ulivi, verdeggianti pini e vegetazione spontanea in uno scenario ricco di grotte naturali, ma anche all'impegno profuso in esso da tutti i componenti l'associazione.

Quest'anno si festeggia la decima edizione

FAGGIANO - Il Presepe vivente a Faggiano festeggia quest'anno la decima edizione.
Un compleanno importante per l'Associazione per le tradizioni Popolari, che si avvale dell'importante contributo,in forma di patrocinio,dell'Amministrazione comunale e della Provincia,oltre che di diversi sponsor. Il luogo dove si celebra questo grande avvenimento resta sempre quello suggestivo della pineta di Faggiano, una zona rupestre incantevole che si addice alla perfezione al Presepe Vivente.
Si comincia oggi 24 dicembre con la prima rappresentazione,dalle 17 alle 21. Sono previste diverse novità e ritocchi che non mancheranno di suscitare tra i numerosissimi visitatori che si recheranno a Faggiano tanta curiosità e incanto.
Il Presepe Vivente verrà replicato in altre cinque giornate:il 26 dicembre, il 29 dicembre,il 1 gennaio, il 4 gennaio e, infine, il 6 gennaio,quando è prevista la discesa dei Re Magi (vi sarà anche la celebrazione di una S. Messa). Come sempre i visitatori potranno ammirare da vicino le varie lavorazioni e fasi della Natività, assaggiando e degustando diversi prodotti locali, tra cui pettole, bruschette,ricotta e vino. L'intero staff organizzativo per le Tradizione Popolari si sta prodigando con notevole impegno per far sì che l'intera manifestazione possa riscuotere un grande interesse nella nostra provincia. Il fascino che emanano i numerosi anfratti, immmersi nel verde della Pineta, gli improvvisi dirupi e discese molto tortuose, rendono lo scenario del Presepe sempre di grande attualità, poiché esso fa tornare alla mente i luoghi originali di Gesù Bambino. Ma anche l'ente civico non vuole mancare all'appello.
Insomma, le opportunità per festeggiare e godere il Natale,anche sotto l' aspetto culinario,sicuramente non mancheranno per coloro che vorranno visitare questa fiera.